L’importanza dell’Acqua nella Dieta

L’acqua, unitamente all’aria, è di vitale importanza per la sopravvivenza dell’uomo; il corpo umano infatti è costituito per due terzi da acqua.
Un uomo può rimanere per tanto tempo senza mangiare, ma senza bere non può andare oltre i due, tre giorni.

E’ sempre stata una risorsa indispensabile e preziosa per l’uomo e per ogni essere vivente; nella cultura primitiva fu considerata il principio femminile della fertilità.
L’acqua è presente in ogni cellula dell’organismo ed i soggetti obesi hanno una percentuale corporea inferiore rispetto agli individui magri.
Bere è davvero fondamentale come idratarsi ed è bene non bere solo quando si ha sete, ma molto prima per evitare la disidratazione e non bisogna bere durante i pasti o farlo in quantità limitate.
L’acqua è essenziale per le funzioni digestive e per l’assimilazione di alimenti, aiuta a controllare la temperatura corporea e a disperdere il calore con la sudorazione, fungendo da cuscinetto, protegge il cervello ed il midollo spinale.

Serve da lubrificante, è alla base della nostra saliva, è il miglior agente disintossicante, aiuta a regolare il metabolismo e ha un ruolo importante nella prevenzione delle malattie.
E’ importante bere perché contribuisce all’eliminazione delle sostanze di rifiuto dell’organismo attraverso il sudore e l’urina; aiuta a tenere giustamente umide le pareti delle orecchie, del naso e degli occhi e favorisce lo sviluppo muscolare nelle persone che praticano attività fisica.

Favorisce un’adeguata lubrificazione delle articolazioni producendo il liquido sinoviale, un fluido limpido, poco viscoso e filante che, grazie alla sua proprietà lubrificante, protegge le articolazioni dal logorio e dall’usura.
Da non dimenticare che ha un effetto estetico in quanto l’acqua conferisce forma e rigidità ai tessuti.

Bere un bicchiere d’acqua tiepida al mattino favorisce la peristalsi intestinale, ovvero l’evacuazione, contrastando la stitichezza; sarebbe opportuno ingerire almeno 300/550 ml in quanto il corpo durante il riposo non ha ricevuto liquidi. Il consumo di acqua fredda durante i pasti può causare problemi digestivi, mentre lontano dai pasti favorisce la comparsa di crampi e dolori allo stomaco; sarebbe quindi consigliabile bere acqua a temperatura ambiente anche in estate.

Le bibite zuccherate andrebbero limitate od eliminate perché alzano bruscamente il tasso di glicemia determinando una riduzione del senso di fame, ma solo momentanea. Il quantitativo giornaliero di acqua da consumare va dai 1200 ai 2000 ml, che equivalgono dai sei ai dieci bicchieri, ma questi valori andrebbero aumentati in alcune situazioni.

Nel caso di perdite idriche quando si ha vomito o diarrea; quando si ha, oltre all’attività fisica, un aumento di sudorazione come nei stati febbrili od in climi particolarmente caldi. Durante la gravidanza è indicato un consumo giornaliero di acqua di 2100 ml, mentre nella fase di allattamento, la quantità sale a 3100. Si pensa che bere aiuti a dimagrire, ma non è proprio così: bere 4/5 litri d’acqua al giorno senza fare attività fisica o in alcune condizioni climatiche, rallenta la digestione ed incrementa la pressione arteriosa.

Le urine ci possono indicare se stiamo bevendo acqua a sufficienza o la quantità è scarsa: se sono incolore o leggermente colorate (giallo-oro) e non puzzano, l’acqua assunta è abbastanza. Nel caso l’acqua che beviamo non fosse sufficiente, le urine sarebbero di colore giallo o giallo scuro ed emanerebbero un odore sgradevole.

Il sangue è composto, oltre che da altre sostanze, da acqua e quindi, meno si beve e più il liquido ematico si addensa e ciò non è favorevole per il cuore che deve sforzarsi maggiormente per inviare il liquido nel corpo.
L’acqua fa dimagrire? Spesso si sente dire che bere almeno due litri di acqua al giorno aiuta a dimagrire; bere eccessiva quantità d’acqua sperando di dimagrire, può addirittura rivelarsi pericoloso per la salute.
Se l’acqua viene bevuta in sostituzione di succhi di frutta, bevande dolcificate o alcolici, può giovare al dimagrimento; bere uno o due bicchieri prima dei pasti aiuta a stimolare il senso di sazietà, diminuendo quindi le dosi di cibo ingerite.

Nelle persone che bevono poco può capitare che un bisogno di acqua venga confuso con uno di cibo.
Una corretta assunzione di acqua favorisce l’eliminazione delle tossine dell’organismo ed un eccesso di queste, dovuto alla poca assunzione d’acqua, potrebbe avere un effetto ingrassante, oltre che poco salutare.